Il sistema immunitario rinvigorito a partire dai nostri piedi

Su cosa si basa la riflessologia plantare

L’intero psico-soma della persona si proietta nel piede rivelando aspetti del suo stato di salute: il piede parla attraverso la sua forma, temperatura, consistenza, colore della pelle, tipo di odore, presenza di screpolature-tagli-verruche, stortura delle dita e loro proporzione, aspetto delle unghie, localizzazione di callosità e calli, altezza dell’arco plantare, sporgenze ossee, gonfiori, avvallamenti…

Durante il trattamento dei piedi si notano gli elementi in eccesso (gonfiori, ristagni, infiammazioni, indurimento dei tessuti) e gli elementi in difetto (ipotonia, abbassamento delle difese immunitarie, diminuzione della peristalsi). 

Il nostro sistema immunitario agisce così: 

  • impedendo che organismi estranei entrino nel corpo; 
  • eliminando rapidamente organismi estranei eventualmente entrati; 
  • conservando la memoria delle difese messe in atto

Esso è dotato quindi di un sistema di difesa a 3 livelli: barriere fisiche (tessuto epiteliale di rivestimento, mucose, ciglia, acidità del pH, lacrime, saliva, muco e fluidi gastrici); risposta infiammatoria/difesa aspecifica-innata (cellule Mastociti e Macrofagi nei tessuti – Granulociti, cellule Natural Killer e Proteine del complemento nel sangue); risposta immunitaria/difesa specifica-acquisita (Linfociti B (produttori di anticorpi) e T nel sangue, cellule dendritiche, Proteine di comunicazione (interleuchine, interferoni) e contro la membrana plasmatica (perforine).

Il sistema linfatico è coinvolto sia nella difesa aspecifica che in quella specifica. Costituito da una fitta rete di vasi e linfonodi; da tonsille, adenoidi, appendice e milza; include anche timo e midollo osseo (organi linfatici primari, in cui si producono e maturano i linfociti).

La riflessologia plantare “rilancia” il sistema immunitario, lo rinvigorisce: con precise pressioni sulla pianta del piede si trattano le zone riflesse del sistema linfatico favorendo la circolazione della linfa, il  drenaggio dei liquidi, l’eliminazione di scorie e tossine. La stimolazione dei punti riflessi di fegato, colecisti, stomaco, intestino, …  aiuta a bilanciare la funzionalità metabolica evitando di incorrere in stati infiammatori che col tempo possono cronicizzare. Sistema ormonale e sistema nervoso vengono trattati per abbassare i livelli di stress e ansia che, alterando il ritmo sonno-veglia, indeboliscono la capacità di autodifesa e autoguarigione del corpo. 

Con la riflessologia plantare non si dà né si toglie alcunché ma “si mette in movimento”. Non esiste un filo diretto piede-organo, ovvero tra organo e sua area riflessa. Le disfunzioni e sofferenze di un organo sono informazioni che mediante il sistema dei nervi giungono al cervello il quale le elabora-metabolizza e trasmette alla periferia attraverso il sistema nervoso periferico; le vie sono quindi: organo-cervello-piede // piede-cervello-organo. Pertanto più che un massaggio si può definire stimolazione-messaggio per il cervello che saprà (sempre) cosa e come fare per riportare equilibrio laddove è venuto a mancare.

Portiamo dunque il corpo ad un riequilibrio energetico e funzionale, base del benessere e della prevenzione. Naturalmente l’obiettivo dello “stare bene” lo raggiungeremo, e soprattutto manterremo, solo se  sarà accompagnato da 3 elementi chiave: desiderio profondo di “uscire dai propri guai”; volontà di alimentarsi in modo sano e rispettoso verso sé stessi; movimento di qualsiasi tipo esso sia! Così, insieme, sarà una gioia poter dire che l’obiettivo è stato raggiunto e la volontà di preservarlo è diventata forte.

Condividimi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Vuoi entrare in contatto con me?

Compila il form qui sotto e ti richiamerò senza impegno:
Altri articoli

Post correlati